.
Annunci online

ideazzurra
L'unica cosa di cui aver paura? E' la paura stessa. (Franklin D. Roosevelt)
CULTURA
31 ottobre 2010
Halloween - Il peggior inganno del diavolo è quello di farci credere che egli non esiste [Charles Baudelaire]





Halloween è una festa antica, che ha origini celtiche precristiane, il giorno di halloween segnava la fine dell'estate secondo il calendario celtico. Ovviamente i simboli provengono da un antico culto pagano, che arriva fino ai giorni nostri attraverso influenze di cultura anglosassone. Attualmente è diventata una specie di “carnevale” con un tema particolare, ovvero il tema degli zombi, streghe e zucche sulle quali vengono praticati dei fori, per farle somigliare a dei teschi. È una festa molto apprezzata dai bambini e dai giovani, un po' meno per i cattolici che mal tollerano questa festa “barbara” di origini pagane. In questo quadro, Ideazzurra non può fare altro che prendere atto del successo di questa festività, e comunque voi la pensiate, considerati tutti gli sforzi fatti dai produttori di costumi, nessuno può portare l'inferno sulla terra nel giorno di Halloween. Così una piccola immagine dallo stile leggermente fantasy, è l'unico omaggio di Ideazzurra a questa festa che non raccoglie particolari attenzioni dall'autore di questo sito, che tuttavia non perde l'occasione per inserire una bella frase di Baudelaire.

“Il peggior inganno del diavolo è quello di farci credere che egli non esiste”

(Charles Baudelaire)




musica
24 ottobre 2010
Midge Ure - Breathe



Un video carico di simbolismo,
un atmosfera mistica, un sound tipico di chi
ascolta il respiro della nostra madre terra ...

un viaggio che sembra un sogno senza tempo,
dove il futuro è già perduto in un passato, che
ritorna e si contorce in un continuo presente
che cambia, volteggia e impietoso non si ferma mai ...

Tutto .........cambia, ma il respiro che ci lascia vivere è
una costante e ci accompagna dolcemente durante
tutta la nostra vita, qualunque cosa facciamo, quel
respiro è sempre lì, anche quando la vita invecchia e
cambia forma.
Anche quando cambiano i personaggi sullo scenario,
quel respiro è sempre presente, perché quell'entità
ha un nome si chiama ANIMA.

E' il soffio del creatore
che anima il creato.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. musica anima breathe midge ure soffio

permalink | inviato da open_blogger il 24/10/2010 alle 16:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CULTURA
19 ottobre 2010
La classica ATENE di Pericle, ci insegna che bisongna ascoltare la volontà delle maggioranze; chi è minoranza ha l'obbligo di seguire, non di ribellarsi.

IL DISCORSO DI PERICLE AGLI ATENIESI (430 a. C.) - Tucidide, II, (37-41)


37. – Abbiamo una costituzione che non copia le leggi dei vicini, perché siamo noi d’esempio a tutti gli altri. E poiché essa è retta nell'interesse non dei singoli o delle minoranze, ma nell'interesse della maggioranza della popolazione; Per questo è chiamata democrazia.


Di fronte alle leggi, per quanto riguarda gli interessi privati, a tutti spetta lo stesso piano di parità, mentre per quanto riguarda la considerazione pubblica nell’amministrazione della polis, ciascuno è preferito a seconda del suo talento in un determinato campo, non per la provenienza da una classe sociale ma piuttosto per il merito e per valore. E per quanto riguarda la povertà. Se qualcuno può fare qualcosa di buono alla città, non ne è impedito dall’oscurità del suo rango sociale.


Inoltre viviamo liberamente come cittadini nell'occuparci degli affari pubblici e nei confronti del sospetto che sorge nei confronti l'uno dell'altro dalle attività quotidiane, senza adirarci con il nostro vicino, se fa qualcosa per proprio piacere, né infliggendo umiliazioni, non dannose ma penose a vedersi. Trattiamo le faccende private, dunque, senza offenderci, a maggior ragione, per timore, non commettiamo illegalità nelle faccende pubbliche, dato che prestiamo obbedienza a coloro che di volta in volta sono al potere e alle loro leggi. E rispettiamo anche quelle leggi che non risultano scritte, ma comunque comportano una vergogna riconosciuta da tutti, se disattese.


38. – E abbiamo dato al nostro spirito moltissimo sollievo dalle fatiche, istituendo abitualmente giochi e feste per tutto l’anno, e avendo oggetti raffinati nelle nostre case private, dalle quali giornalmente deriva il piacere con cui scacciamo il dolore. E per la sua grandezza, alla città giunge ogni genere di prodotti da ogni terra, e avviene che noi godiamo dei beni degli altri popoli con un piacere per nulla minore rispetto a quello verso i beni di locali.


39. – Confronto con gli Spartani … Omissis ….


40. – Noi amiamo il bello, ma con semplicità, e ci dedichiamo al sapere, ma senza debolezza; Adoperiamo la ricchezza più per le opportunità di azione che essa offre che per sciocche chiacchiere vanitose, e la povertà non è vergognosa da ammettere per nessuno, mentre lo è molto di più il non darsi da fare per liberarsene. Riuniamo in noi la cura degli affari pubblici insieme a quella degli affari privati, e se anche ci dedichiamo ad altre attività, ugualmente non manca in noi la conoscenza degli affari pubblici. Siamo in soli, infatti, a considerare non soltanto ozioso, ma addirittura inutile chi non se ne interessa, e noi Ateniesi o giudichiamo o, almeno, valutiamo in maniera conveniente le varie questioni, senza pensare che il fatto di discutere sia un danno per l’agire, ma che lo sia piuttosto il non essere informati dalle discussioni prima di mettersi in azione.


E di certo noi possediamo anche questa qualità in modo differente dagli altri, cioè noi siamo gli stessi sia nell’osare che nel valutare al massimo quello che ci apprestiamo a fare, mentre negli altri l’ignoranza produce audacia e il calcolo incertezza. E’ giusto giudicare superiori per forza d’animo coloro che distinguono chiaramente le miserie e i piaceri, ma non per questo si lasciano spaventare dai pericoli.


E anche per quando riguarda la nobiltà d’animo, noi ci comportiamo in modo opposto a rispetto ad altri: ci procuriamo gli amici non tanto con il ricevere dei favori, ma col farli agli altri. Chi ha fatto il favore è un amico più sicuro, in quanto è accolto con una continua benevolenza verso chi lo riceve, perché tiene vivo in lui il sentimento di gratitudine. Mentre chi è debitore è meno pronto, sapendo che restituisce una nobile azione non per fare un piacere ma per pagare un debito.

E siamo i soli ad aiutare qualcuno senza timore, non tanto per avere calcolato l’utilità del

beneficio ma per la fiducia che abbiamo negli uomini liberi.


41. – Concludendo, affermo che tutta la città sia di esempio per tutta la Grecia, e mi sembra che ciascun uomo della nostra gente rivolga individualmente la propria personalità ad ogni genere di occupazione, e con la più grande versatilità accompagnata da decoro. E che questo non sia ora un vanto di parole più che una realtà di fatto, lo dimostra la stessa potenza della città, potenza che ci siamo procurati grazie al nostro modo di vivere.




POLITICA
12 ottobre 2010
POVERA PATRIA, SILVIO BERLUSCONI E' PEGGIO DI PRODI, Wen Jiabao IN ITALIA?


Mentre in Norvegia, assegnano un premio nobel a Liu Xiaobo, un Anticomunista cinese, un eroe per quelli come me, perché fare l’anti-comunista in Cina non è affatto facile, e spesso si paga con la vita. - Vediamo il Premier Berlusconi che se la ride con il responsabile della Cina di oggi, di quella Cina che opprime e nega il diritto di “essere umani” a circa un miliardo di persone, provo vergogna per quello che vedono i miei occhi. Sono convinto che né Fassino, né D’Alema sarebbero mai arrivati a tanto, e non esagero se dico che Berlusconi qui ha superato anche Diliberto, e mi sono limitato a considerare solo qualche frammento di politica estera, non ho volutamente parlato di tutte quelle riforme mai fatte, né tanto meno di tutte quelle promesse disattese, probabilmente aveva ragione

Indro Montanelli quando diceva:

Berlusconi è una di quelle malattie che si curano con il vaccino.

E per guarire da Berlusconi ci vuole una bella dose di

vaccino Berlusconi.

Bisogna vederlo al potere.

E io mi sono vaccinato, ecco lo scopo di questo post,

fornire il vaccino giusto.





Scarica il documento PDF da 900kb
sfoglia
settembre        novembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte



click on flag to view
ideazzurra in english


Noi riteniamo che le seguenti verità siano di per se stesse evidenti, tutti gli uomini sono stati creati uguali, dotati dal loro Creatore di Diritti inalienabili, fra questi ci sono, la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità

DICHIARAZIONE D’INDIPENDENZA USA 4 LUGLIO 1776



GOD BLESS AMERICA AND ITALIA
UNITED WE STAND


FORZA ITALIA
CAMPIONI AZZURRI
SEMPRE VINCENTI




Indirizzo E-Mail:
open_linus@libero.it












Io dico che un comunista in una caserma dell’esercito è un comunista di troppo.
Un comunista nella facoltà di un’università è un comunista di troppo.
Un comunista tra i consiglieri americani di Yalta è un comunista di troppo.
E anche se ci fosse stato un solo comunista al Dipartimento di stato, sarebbe stato un comunista di troppo.

J. McCarthy Il 9 luglio 1952 convention repubblicana.



click For english version of ideazzurra





_________________________________________________________

ideazzurra

↑ Grab this Headline Animator



_________________________________________________________

Add to Technorati Favorites

http://www.wikio.it
Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360°
 provenienti dal mondo dei blog!
BlogItalia - La directory italiana dei blog
Registra il tuo sito nei motori di ricerca